Cosa ti ha spinto a iniziare a fare musica?

Ho sempre cantato e attratto dalla musica. È sempre qualcosa che mi ha attratto e l'ho sempre seguito.

Quali altre cose oltre alla musica influenzano il tuo songwriting?

La mia vita ispira il mio songwriting, le mie esperienze, persone, luoghi, paesaggi e tempo. Sono aperto all'ispirazione ovunque e comunque arrivi.

La natura gioca un ruolo importante nelle tue canzoni. Puoi parlarci un po 'della tua connessione con il mondo naturale?

Mi sento molto legato alla natura. Sento di essere molto sensibile a ciò che mi circonda quando sono nella natura e mi riempie come nient'altro può fare. Mi sento molto consapevole e sveglio quando sono nella natura ed è molto importante per il mio benessere circondarmi della terra e collegarmi alla terra in modo da poter riempire la mia tazza prima di uscire e affrontare il mondo.

C'era un concetto dietro Hunters Trance?

Non c'era un concetto dietro Hunters Trance, Raccolgo le mie canzoni mentre vado e quando sento di avere ciò di cui ho bisogno, metto tutto in ordine e metto a posto tutti i pezzi.

Com'è stato il processo di creazione dell'album? Come si è paragonato a Nacchere d'Avorio?

Il processo di creazione di questo disco è stato davvero incredibile e difficile. Ho iniziato nel febbraio del 2018 dove ho affittato una piccola capanna nel bosco e ho costruito un piccolo studio all'interno. Ho portato un fantastico gruppo di surf soul di Toronto chiamato Carlo, e abbiamo trascorso circa una settimana a registrare lì ed è stato davvero magico. Dopo questo ho deciso di non avere abbastanza tutte le canzoni esattamente dove le volevo, quindi sono andato a Bear Creek Studios e ho registrato lì per circa due settimane dove ho registrato con musicisti di studio, cosa che non avevo mai fatto prima. Dopodiché, sentivo ancora di non aver ottenuto tutto, quindi sono andato nella casa di campagna del mio caro amico Jeremie, ho sistemato alcuni attrezzi e ho finito l'album con lui e il mio compagno. Gran parte del mio ultimo anno è stato trascorso estremamente ansioso e sconvolto perché volevo solo completare il disco, ma tutto doveva essere perfetto. Realizzare questo disco è stato molto diverso rispetto alle nacchere d'avorio perché è stato realizzato in un unico luogo, con tutte le stesse persone, quindi c'era molta coerenza e ho sentito che tutte le persone coinvolte avevano una visione simile, quindi tutto è andato liscio e facile. Anche se a volte è stato davvero difficile, ho sentito di aver imparato così tanto e guardando indietro non avrei cambiato nulla sull'esperienza.

Qual è la tua canzone preferita da riprodurre dall'album e perché?

Ho appena iniziato a suonare con una band completa, quindi tutte le canzoni hanno una nuova vita ed energia che le rende davvero emozionanti e divertenti da suonare. In questo preciso momento, probabilmente direi "Bird Bone".

Come sta andando il tuo tour? Qualche momento memorabile che vorresti condividere?

Il tour è appena iniziato nell'est del Quebec, ma finora tutto bene! Non sono mai stato in quella parte del Canada prima e sono rimasto molto sorpreso da quanto sia bella la zona e da quanto fossero accoglienti e adorabili le persone che ho incontrato. Siamo stati svegli tutta la notte, abbiamo avuto un falò e abbiamo visto il sole sorgere sull'oceano a Perce, che è stata un'esperienza davvero meravigliosa.

Hai dei piani per il futuro?

Ho piani su piani su piani. Ho lavorato molto su alcuni progetti secondari e ho continuato a raccogliere e scrivere più canzoni per il mio prossimo disco. Ho anche approfondito la fotografia e i video e mi piacerebbe continuare a lavorare su quelle competenze e utilizzarle per creare contenuti più interessanti e unici.



Vedi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *